Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Da Dioniso a Cristo

Conoscenza e sacrificio nel mondo greco e nella civiltà occidentale. Seconda edizione riveduta e ampliata. Prefazione di Emmanuele Morandi

Pubblicazione:  dicembre 2006
Edizione:  2
Pagine:  684
Peso:  1026 (gr)
Collana:  1070 I Kaladri
Formato:  170x240
Confezione:  Brossura
Prefazione di:  Emmanuele Morandi
EAN:  9788821185571 9788821185571
€ 38,00

non acquistabile
Descrizione
Quest'opera, nata dall'intento di sottoporre la concezione di René Girard a un serrato approfondimento critico e storico, affronta un campo attualmente poco esplorato, quello del confronto tra cultura greca - e più generalmente pagana - e cristianesimo. Perno di tale confronto è il sacrificio, l'istituzione religiosa senza la quale le società antiche non sarebbero riuscite a canalizzare e allontanare la loro violenza interna, concentrandola su una vittima, e che si rinnova ai nostri giorni sotto mille travestimenti, quando non in forma di nostalgia ideologica. L'assunto del libro è non solo che la cultura greca più avanzata abbia sviluppato una profonda riflessione sulla violenza umana e sulla necessità del sacrificio, ma che il cristianesimo sia riuscito a portare quella risposta che alla tragedia e alla filosofia restava ancora inaccessibile: un Dio misericordioso che, nella persona del suo Figlio, accetta di farsi vittima pur di liberare gli uomini dalla necessità di nuovi sacrifici. L'unicità del cristianesimo emerge proprio dal sovrapporsi di uno stesso problema, radicato nella storia e nella natura umana, e nel punto di vista che in esso Cristo fa emergere: il punto di vista della vittima innocente, che subisce la violenza umana, la perdona, e così la trasforma in strumento di redenzione.
Note sull'autore
Giuseppe Fornari, nato nel 1956, è docente di Storia della Filosofia presso l'Università di Bergamo. Per anni in stretto contatto con René Girard, di cui ha curato diverse opere in edizione italiana, ha pubblicato numerosi studi teorici e storici in cui propone originali sviluppi delle sue idee, arrivando a elaborarne un nuovo paradigma filosofico ed ermeneutico.