Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Charles Péguy
L'arazzo di santa Genoveffa e di Giovanna d'Arco
A cura di Marco Settimini

Prezzo:
Collana:
Anno di edizione:
Formato:
Pagine:
€ 12,00

2014
14x21
132
ISBN: 9788821130106
IL LIBRO | Comincia a leggere...

Prefazione di Davide Rondoni

“La poesia di Péguy è mistica e popolare. Lo si vede anche in queste pagine apparentemente 'minori' e invece capaci di accensioni di brio, di sperdutezza. Voce che parla di qualcosa che riguarda tutti…”.
Davide Rondoni

Sono qui tradotti per la prima volta L’arazzo di santa Genoveffa e di Giovanna d’Arco. Si tratta di un ciclo poetico costituito da sette sonetti e da due poemi più lunghi che si inquadra nella serie delle Tapisseries ispirate a Charles Péguy dalla grande iconografia delle sante delle chiese francesi. Il testo fu elaborato dal poeta di Orléans nel 1912 in occasione di un pellegrinaggio presso la cattedrale di Chartres. Vi è cantata la missione della «pastorella» del popolo della città, futura patrona di Parigi.

Charles Péguy (1873-1914), poeta e saggista, militò in gioventù nel Partito socialista; ritrovò poi la fede cattolica che abbracciò senza rinnegare “un solo atomo” del suo passato. Nel 1900 fondò la rivista “Cahiers de la Quinzaine”. Fu autore di numerose opere in versi e in prosa. Tra le altre: i Misteri (Il mistero della carità di Giovanna d’Arco, Il portico del mistero della seconda virtù, Il mistero dei santi innocenti, Il mistero della vocazione di Giovanna d’Arco, 1909-1912); la serie degli Arazzi (dedicati a Santa Genoveffa, a Giovanna d’Arco e a Nostra Signora, 1912-1913) e il poema Eva (1913) che ne fecero uno dei più grandi scrittori del Novecento. Il testo Véronique. Dialogo della storia e dell’anima carnale è la prima opera che Péguy scrisse dopo aver ritrovato la fede: vi lavorò, senza terminarla, dal 1909 fino all’anno della sua morte.

Charles Péguy
Véronique
Dialogo della storia e dell'anima carnale
Postfazione di Giacomo Tantardini Traduzione di Cristiana Lardo «Siete legati al corpo di Gesù da un legame meccanico tale […], il più inverosimile, il più incredibile: l’unico reale; quel legame (così) profondamente, (così) sostanzialmente, (così) centralmente cristiano, il legame, l’incredibile legame,... >>>

Charles Péguy
Zangwill

In questo profetico saggio del 1904 Péguy si pone in netta polemica con l’omologazione culturale del suo tempo, con “La” grande ambizione della cultura moderna: la pretesa della sistemazione definitiva del reale. Anticipando i rischi di un sapere totalizzante che aspira a diventare politico e totalitario, Péguy ridefinisce in modo originale il... >>>

Valentino Fossati, Guido Monti
Accademico di nessuna accademia
Conversazioni con Gianni Scalia
La conversazione con Gianni Scalia è uno dei passaggi della letteratura contemporanea in Italia.L'idea di questo libro è nata di getto, e poi il volume si è composto lentamente, durante una serie di incontri a due, a tre, a più voci... Le conversazioni sono state sparse, irregolari e però unite da un filo di rigore e di passione, hanno toccato molte faccende. Della vita, certo, e... >>>

Jan Twardowski
Affrettiamoci ad amare

Un libro di spudorata bellezza, fatto di poesie "timide e scalze", che non seguono la critica alla moda e non sono pagate dai dollari del Nobel. Twardowski è riconosciuto nome di punta se pur meno noto (poichè la notorietà non era nei suoi interessi) della migliore poesia polacca, e quindi tra le migliori del mondo se consideriamo la fila che di là viene di poeti altissimi, da... >>>

Tutti i titoli di Letteratura francese >>
Tutti i titoli di Poesia >>